FOLLOW > WATCH > LISTEN > ENJOY!

Enoturismo in Europa: cosa importare?

Lavinia Furlani e Fabio Piccoli, fondatori di Wine Meridian, hanno percorso oltre 10.000 km a bordo del loro camper “Gino” per esplorare l’offerta enoturistica in Europa, raccogliendo dati e osservazioni preziosissimi per chi opera in questo settore e anche per chi semplicemente viaggia in cerca di gemme vinicole e territori da conoscere.

I due giornalisti e formatori non sono nuovi a imprese del genere, negli scorsi anni hanno visitato più di 450 aziende in Italia, ora invece il progetto è diventato internazionale toccando paesi europei come Austria, Francia, Spagna, Portogallo e Croazia ed extraeuropei come il Sudafrica.

Questa intervista con Lavinia Furlani riassume quanto si può “importare” dalle esperienze imprenditoriali estere, senza spirito di critica polemico, ma con l’intento di offrire spunti per migliorare l’offerta e il lavoro delle cantine italiane.

Buon ascolto o buona visione!

No Title

Lavinia Furlani e Fabio Piccoli, fondatori di Wine Meridian, hanno percorso oltre 10.000 km a bordo del loro camper “Gino” per esplorare l’offerta enoturistica in Europa, raccogliendo dati e osservazioni preziosissimi per chi opera in questo settore e anche per chi semplicemente viaggia in cerca di gemme vinicole e territori da conoscere.

Spill out show #4: con Lavinia Furlani sull’enoturismo in Europa

Listen to this episode from The Italian Wine Girl – Spill Out Show on Spotify. Dal 2020 Fabio Piccoli e Lavinia Furlani, fondatori di Wine Meridian, hanno iniziato un progetto legato all’enoturisimo con l’obiettivo di testare con mano e raccontare l’evoluzione di questo fenomeno.

FOLLOW > WATCH > LISTEN > ENJOY!
FacebookTwitterEmail

Articoli recenti

  • | ,

    Facciamo qualcosa di concreto per la parità

    Anche il mondo del vino non è esente dalla cultura dello stereotipo di genere e ho deciso nel corso del 2023 di scendere in profondità e analizzare ciò che questo implica nello specifico. Mi sono imbattuta in moltissime storie e testimonianze, principalmente di donne: discriminate perché si sa che “le donne non sanno nulla di vino”, pagate meno dei colleghi uomini, relegate a ruoli amministrativi nelle aziende perché non ritenute adeguate a lavori in vigna o in cantina, donne che lottano contro il senso di colpa di non riuscire a gestire la famiglia e il lavoro, donne che sono state ricattate di abusi sessuali in cambio di un contratto di vendita o di un punteggio più alto ai loro vini, donne che sono state manipolate, vittime di persone narcisiste, di mobbing, di vessazioni. 
  • Nella valle della Loira in sette parole

    Viaggio nella valle della Loira, tra chateaux, crèmants, vouvray, rosè...press tour vlog alla scoperta dell'annata 2022 con video
  • | ,

    Dalla guerra in Ucraina alle colline del Chianti: la storia di Ines Berezina de Moschetti

    La storia di Ines, dalla guerra in Ucraina alle colline del Chianti per dirigere una nuova azienda vinicola
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
Non perderti nemmeno una goccia del vino italiano

*La compilazione di questo form non determina l'archiviazione di alcun dato inserito, l'archiviazione e utilizzo dei dati avverrà solo dopo esplicita conferma contenuta nell'email che verrà inviata successivamente all'invio premendo il tasto "subscribe"

icon-instagram-whiteicon-facebook-whiteicon-spreaker-whiteicon-youtube-whiteicon-linkedin-whiteicon-clubhouse-whiteicon-ticktok-white